Crf-H1-M-728x90 OK

Il vice-ministro Rixi a Fossano fa il punto sulla tangenziale

Incontro in Municipio venerdì 10 maggio. Lo stato dell’arte sui lavori in corso e il dilemma non ancora risolto su rinforzo o demolizione e ricostruzione. “Ma i soldi ci sono” .

Il vice-ministro Rixi a Fossano fa il punto sulla tangenziale

I soldi per la tangenziale ci sono (80 milioni di euro accantonati nel contratto di programma Mit-Anas 2016-2020), quel che manca - ancora - è la decisione su come spenderli: se per un semplice rinforzo dei viadotti o per la loro demolizione e ricostruzione con nuove tecniche e nuovi materiali. Tutto dipende dall’analisi dei costi-benefici delle due soluzioni progettuali alternative, che ancora non sono pronte. Nel frattempo, procedono i lavori di manutenzione straordinaria, più o meno nel rispetto dei tempi previsti: un pacchetto da 8,5 milioni di euro all’interno dei quali c’è anche la ricostruzione (in acciaio) del ponte sullo svincolo di via Marene, che non dovrebbe tardare.
È lo stato dell’arte dei lavori alla tangenziale fossanese, dopo il crollo del viadotto del 18 aprile 2017 e la riapertura del dicembre dello stesso anno ai mezzi leggeri (e su due sole corsie), nell’attesa (che si presume ancora lunga) di vederla tornare alla sua funzione originaria, ovvero percorribile anche dai camion che oggi intasano la viabilità ordinaria di Fossano. A fare il punto, venerdì 10 maggio, è stato il vice-ministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi, di tappa a Fossano nella sua visita in provincia di Cuneo.

Articolo completo su "la Fedeltà" di mercoledì 15 maggio.

Mirabilia-H2-M-728x90 Giugno