Crf-H1-M-728x90 OK

Tangenziale: posato il nuovo ponte in acciaio

In corso i lavori di allineamento delle travi, poi ci sarà la saldatura dei due blocchi e la posa della soletta in cemento. Via Marene resterà chiusa, presumibilmente, per un paio di giorni

il nuovo ponte in acciaio della tangenziale, lavori in corso

Ora c'è anche il secondo moncone del nuovo ponte in acciaio della tangenziale su via Marene. La maxi gru collocata sulla carreggiata (con un braccio telescopico di 35 metri) lo ha sollevato intorno alle 16 di oggi, mercoledì 5 giugno, e posato sui due pilastri esistenti, in continuità con il primo, issato in tarda mattinata. In questo momento, gli operai della ditta Gmm di Brescia - che ha realizzato i due blocchi in officina -  stanno effettuando le operazioni di "imbastitura" (l'allineamento delle travi) che precederanno quelle di saldatura dei due segmenti e la posa della soletta in calcestruzzo. L'intervento richiederà ancora un paio di giorni, durante i quali via Marene resterà chiusa al traffico e permarranno le deviazioni al traffico (a senso unico) in strada della Bossola e via Creusa.

Per la riapertura del ponte bisognerà attendere, invece, 30-45 giorni, il tempo necessario per la maturazione del calcestruzzo, la realizzazione degli strati di impermeabilizzazione e l'asfaltatura. Quando sarà pronto, potrà essere utilizzato in uscita verso la strada Reale dalle auto e dai mezzi di stazza inferiore alle 3,5 tonnellate (non i camion) che da dicembre 2017 sono autorizzati a transitare sulla tangenziale, in attesa di un intervento risolutivo che dipenderà dall'analisi costi-benefici, tuttora in corso, sull'opportunità di procedere al semplice rinforzo o alla demolizione-ricostruzione dei viadotti.

Aggiornamenti su "la Fedeltà"