Crf-H1-M-728x90 OK

Servizio civile universale, una bellissima esperienza di vita

Posti anche nel Fossanese. Ma le domande vanno presentate entro il 10 ottobre

Matteo e Lucia, operatori del servizio civile, con l'assessore Ivana Tolardo
Matteo e Lucia, operatori del servizio civile, con l'assessore Ivana Tolardo

C’è ancora tempo, fino alle 14 di giovedì 10 ottobre, per presentare domanda per il servizio civile universale, rivolto a ragazzi dai 18 ai 28 anni. Il servizio civile universale non è un lavoro vero e proprio, ma nemmeno una “semplice” attività di volontariato. Richiede un impegno di 25 ore a settimana e garantisce una retribuzione di 439,50 euro al mese.

In Italia i posti disponibili sono poco meno di 40 mila, presso enti iscritti ad un albo apposito; alcuni anche a Fossano e nei Comuni del circondario. Tutti quanti sono legati ad un progetto annuale (o di otto mesi). I ragazzi che prestano servizio civile non sostituiscono il personale dipendente e vengono seguiti da un operatore.

Lunedì pomeriggio alcuni progetti (tutti di dodici mesi) sono stati illustrati in conferenza stampa in Municipio, alla presenza dell’assessore Ivana Tolardo. Sono quelli della Comunità Papa Giovanni XXIII, del Consorzio Monviso solidale, del Cap, della biblioteca civica e di Confcooperative Cuneo.

Sono intervenuti anche Lucia e Matteo, due ragazzi che hanno deciso di investire così un anno della loro vita, per fornire una testimonianza del loro lavoro.

Quest’anno - per la prima volta - le domande possono essere presentate soltanto online attraverso il sito https://domandaonline.serviziocivile.it L’accesso può avvenire esclusivamente con Spid (sistema pubblico di identità digitale). È possibile presentare una sola domanda su un singolo progetto. Tutti gli enti intervenuti a Fossano garantiscono l’assistenza per la compilazione.

Articolo completo su "la Fedeltà" di mercoledì 2 ottobre