Crf-H1-M-728x90 OK

Le messe vocazionali cambiano volto…

Primo appuntamento martedì 12 novembre nella chiesa parrocchiale di Sant’Antonio

Terminata l’esperienza delle “Messe vocazionali”, animate per oltre 20 anni da mons. Derio Olivero, oggi Vescovo a Pinerolo, e affidate negli scorsi due anni ad una equipe pastorale che aveva ricevuto l’incarico da mons. Piero Delbosco, Vescovo di Fossano e Cuneo, da quest’anno pastorale nasce “S.O.S. Una sosta nel quotidiano”.
L’idea è quella di proporre una serata dedicata a ritrovare uno sguardo di fede sul quotidiano dal quale si proviene, ponendo al centro una pagina di Vangelo commentata ogni volta da un ospite diverso, e andando ad offrire una esperienza che nel suo insieme integri le originalità e intuizioni nate dalle “Messe vocazionali”: il coro “Omnes gentes”, le danzatrici, la fotografia dell’anno, l’introduzione con l’ascolto di una canzone e altri gesti creativi.
Non sarà quindi una messa ma una “sosta”, dedicata a giovani dai 25 anni in su e ad adulti, per rimanere in ascolto della Parola attraverso una molteplicità di linguaggi e di stili, così da allenarsi a riconoscere presente l’agire buono di Dio nella storia di ciascuno. L’esperienza sarà curata da un’equipe dedicata a questo progetto, che nell’organigramma diocesano farà parte dell’Ufficio Catechistico.
Il primo appuntamento è martedì 12 novembre alle 20.30 nella Chiesa di s. Antonio Abate a Fossano: è stata invitata Sonia Ristorto, insegnante di religione, che proporrà una meditazione a partire dalla parabola del grano e della zizzania presente nel Vangelo di Matteo.