Crf-H1-M-728x90 OK

La saga della Primo Levi

lesterno della primo levi fossano

Sono passati 22 mesi dall'evacuazione della "Primo Levi", la scuola elementare di via Sacco che dall'ordinanza di evacuazione di gennaio 2018 è silenziosamente in attesa di un cantiere, anzi due. In questi giorni sono programmate “svolte” su due fronti diversi. Due partenze. Un cantiere da un lato, un bando di gara per un secondo “imponente” lotto dall’altro. Il primo deve partire entro il 20 dicembre e servirà a risolvere i problemi strutturali che hanno causato lo sgombero dell'edificio. A metà dicembre scade anche la gara per individuare il progettista che si occuperà del secondo (e ultimo) lotto da 3,2 milioni di euro, il più importante mai fatto dal Comune, almeno dal punto di vista economico.Perchè i bambini possano tornare a scuola bisognerà presumibilmente attendere almeno l'anno scolastico 2022/2023, due in più di quanto aveva ipotizzato in un primo momento l'Amministrazione comunale che parlava di una riapertura entro Natale 2019.

la scuola elementare primo levi presa di mira dai vandali
La "situazione" trovata nei locali della Levi dal sindaco Tallone e dall'assessore Rattalino che hanno condiviso con La Fedeltà alcuni scatti ( a noi non è stato consentito entrare per problemi di sicurezza)

Intanto la scuola diventa “terra di nessuno”, luogo di “disagio e incuria”, preso più volte di mira dai vandali, come hanno segnalato alcuni lettori a la Fedeltà e conferma anche il sindaco Dario Tallone, che ha effettuato insieme alla collega di Giunta Donatella Rattalino sopralluoghi alla struttura trovando muri imbrattati, finestre spaccate e materiale distrutto.

I dettagli in un ampio servizio su La Fedeltà del 20 novembre

la scuola primo levi presa di mira dai vandali

i vandali hanno preso di mira la Primo levi