Bene Vagienna, nuova sala per “Help for you”

L'associazione aiuta nel disbrigo di pratiche burocratiche e ora punta a creare un luogo di ritrovo per i giovani

La nuova sala di

Debutta a Bene Vagienna la “Sala H4U” dell’associazione omonima, “H4U” cioè “Help for you”. Il suo allestimento è un obiettivo a cui il sodalizio, impegnato in numerose attività solidali, lavorava da tempo. L’inaugurazione - aperta a tutti - è fissata alle 16 di domani (sabato 23 novembre) e sarà seguita da una “castagnata”; il locale si trova al numero 40 di via Fiume.

“Siamo lieti di annunciare - spiega la presidente di “Help for you”, Ilaria Sanino - la realizzazione del nostro obiettivo più ambizioso del 2019. Un locale pensato soprattutto per i ragazzi ma adatto a tutti, per creare un punto di incontro e scambio tra persone e generazioni. Il progetto si è concretizzato grazie ai contributi della Fondazione Cassa di risparmio di Cuneo, della banca di Credito cooperativo di Pianfei e Rocca de’ Baldi e di donatori privati e anche grazie alla collaborazione dei volontari che in soli tre giorni di intensissimo lavoro hanno tinteggiato muri e collocato il nuovo arredo non solo nella nuova sala, ma anche negli altri locali del nostro circolo”. Prosegue Sanino: “Sapevamo che una delle necessità che esprimono i ragazzi è di avere un punto in cui incontrarsi, un luogo che sia economico e protetto, e questo è reso possibile grazie alla presenza costante delle due disponibili sorelle che gestiscono il Circolo sempre di via Fiume, aperto ogni giorno dal mattino alla sera. Questa sala risponde quindi alle esigenze dei ragazzi e sarà disponibile anche per chi ha piacere di organizzare incontri, festicciole, ritrovarsi a fare giochi di società e come punto di riunione per le associazioni che non hanno una sede”. “Porte aperte” anche per persone anziane e genitori che vogliono organizzare compleanni per i loro figli.

“Help for you”, in due anni di vita e contando sui suoi volontari, ha realizzato già numerose iniziative: oltre a sostenere quotidianamente chi ha bisogno di aiuto per il disbrigo di pratiche burocratiche e l’accesso a fondi, il sodalizio ha organizzato eventi di scambio tra generazioni, laboratori  e corsi in cui i ragazzi hanno insegnato l’uso del telefonino ai “senior” mentre gli adulti hanno mostrato ad esempio come si possono creare con la creta e materiali naturali piccoli oggetti per la casa. “In un momento di sfiducia generalizzata la nostra associazione prova ad andare contro corrente - aggiunge la vicepresidente, Luciana Beccaria -. Molti modelli economici falliscono perché dimenticano l’importanza dell’equo scambio. Noi proponiamo un «baratto» sociale: io ti aiuto con i mezzi che ho e tu puoi ricambiare con i mezzi, i modi e le competenze che hai. L’inaugurazione della Sala sarà l’occasione per dire un grazie di cuore per l’aiuto che ci è arrivato e per quello che, speriamo, ancora arriverà”.