Crf-H1-M-728x90 OK

Mini alloggi protetti per anziani: il “cohousing” arriva nel Fossanese

Strutture per chi è ancora indipendente ma vuole avvalersi di servizi comuni

In una società sempre più popolata da anziani cambiano le esigenze, i bisogni e la domanda e con esse le proposte. Una di queste è la casa condivisa nota con il termine anglosassone “senior cohousing” (“coabitazione tra anziani”). La nuova tendenza in cui coesistono abitazioni private e servizi comuni; gli spazi abitativi sono armonizzati in modo tale da salvaguardare la privacy di ciascuno e, nel contempo, soddisfare il bisogno di socialità e una risposta efficiente alla gestione del quotidiano.
Ispirandosi a questo nuovo modo di abitare nasceranno a Trinità in frazione Perucca dei mini alloggi protetti per anziani soli o in coppia. L’idea è di Pietro Giordano, ex imprenditore edile oggi in pensione, che avendo a disposizione un terreno edificabile in frazione Perucca ha valutato di investire in un progetto ancora innovativo per il nostro Paese ma che nel Nord Europa è sperimentato da anni. "Ci rivolgiamo a quelle persone anziane che vivono sole o in coppia e soffrono delle insicurezze tipiche dell’età avanzata quando vivere da soli diventa un problema ma al contempo è ancora presto per pensare a una struttura" spiega Giordano.

Maggiori informazioni su la Fedeltà in edicola mercoledì 18 dicembre