Crf-H1-M-728x90 OK

Fossano piange la morte di Clara Riorda

Impegnata i mille attività filantropiche cittadine; venerdì i funerali in cattedrale

Riorda Clara La Fedeltà

È un’intera città ad essere in lutto per la morte di Clara Riorda, nata Paschetta, mancata la mattina del 1° gennaio a Fossano all’età di 89 anni. Moglie del compianto Guglielmo Riorda, fondatore dell’omonima industria tessile fossanese, Clara è stata per tanti anni anima di innumerevoli iniziative filantropiche e culturali. È stata tra i fondatori della Croce bianca di Fossano negli anni ’70, ha sostenuto e collaborato con istituti fossanesi come il Craveri e l’istituto Mons. Signori, ma anche Casa Speranza di Boves. Era stata presidente, ed ora era presidente onoraria, della Filarmonica Arrigo Boito, che ha sempre seguito con grande affetto. Fu la prima donna a ricoprire il ruolo di rettore della Compagnia di San Giovenale. Trent’anni fa il Presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, la nominò Cavaliere della Repubblica, onorificenza che Clara preferì non pubblicizzare. Il suo stile: aiutare i bisognosi e sostenere le associazioni meritorie, senza mettersi in mostra, restando umile e schiva. Lascia il figlio Gian Franco con la moglie Silvia, i nipoti Chiara, Luca e Guglielmo, le cognate Ester e Rita. I funerali avranno luogo domani, venerdì 3 gennaio, alle 10, nella cattedrale di Fossano dove stasera, giovedì 2 gennaio, alle 19, verrà recitato il rosario.