350 mila euro per l’emergenza da associazioni di farmacisti

350.000 euro è l’ammontare della donazione che il mondo della farmacia ha deliberato di versare alla Regione Piemonte, come contributo diretto ed immediato alla gestione dell’emergenza Coronavirus nella nostra Regione. Federfarma Torino (l’Associazione Titolari di Farmacia di Torino e provincia, per tramite delle sue società Farmadati, Farmatributi, Farmalavoro), Federfarma Cuneo (l’Associazione Titolari di Farmacia della provincia Granda), FarmaUniti (cooperativa che riunisce oltre 1200 farmacie), e Unifarma (la società distributrice di farmaci con sede a Fossano), hanno deciso di devolvere alla Regione Piemonte una importante cifra, perché possa essere utilizzata per le necessità che la stessa Regione deve affrontare.
“Ci è sembrato doveroso, in un momento così difficile per il nostro territorio regionale e nazionale, contribuire anche in questo modo alla lotta contro il Coronavirus. Come farmacie, primo presidio del sistema sanitario, come farmacisti, come addetti e lavoratori della filiera del farmaco, noi siamo naturalmente in prima linea in questa emergenza, ma rendendoci conto della assoluta necessità di risorse di cui la Regione ha bisogno ogni giorno di più, abbiamo deciso di fare la nostra parte in questo modo: con i mezzi a nostra disposizione stiamo a fianco delle Istituzioni con le quali, da sempre, la farmacia collabora, e a fianco dei cittadini”, dichiarano Marco Cossolo, Presidente Federfarma Torino e Federfarma Nazionale, e Massimo Mana, Presidente Federfarma Cuneo e Federfarma Piemonte.
“Plaudo ai farmacisti, in qualunque sede essi operino, e al mondo della farmacia, che dimostra in una situazione di estrema difficoltà di non dimenticare chi si trova nel bisogno. Si tratta di un mondo che da sempre collabora e lavora a fianco delle Istituzioni nel quotidiano, così come nella eccezionalità di questa emergenza”, dichiara Mario Giaccone, Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Torino.
“I farmacisti sono tra coloro che da settimane lavorano in prima linea insieme a medici, infermieri e volontari per fronteggiare l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo - sottolineano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Icardi -. Un impegno a cui si aggiunge anche questo gesto di generosità per cui desideriamo ringraziarli a nome del nostro territorio”.