Nelle Rsa della Cn1 un terzo dei tamponi è positivo

Coronavirus Tampone
Foto Regione Piemonte

Continuano i tamponi nelle Rsa del Piemonte: dopo i primi contagi (e i primi decessi) la Regione ha deciso di fare controlli a tappeto su ospiti e personale. Da Palazzo Lascaris oggi (venerdì 24 aprile) sono arrivati i dati a disposizione sui controlli, e sono aggiornati al 20 aprile. "Sono 588 - circa l’80% del totale - le residenze sanitarie assistenziali monitorate in Piemonte con l’effettuazione dei tamponi virologici al personale e agli ospiti delle strutture: 20.642 in tutto i test eseguiti alla data del 20 aprile (sul totale di 102.082 realizzati a quella data sulla popolazione piemontese). - spiegano dalla Regione -. Dei test nelle RSA 4.812 sono risultati positivi9.891 negativi, mentre 5.939 erano in attesa -al 20 aprile - dell’esito del tampone (fonte ASL)".
Il monitoraggio in corso riguarda tutte le 750 strutture per anziani del Piemonte, che hanno più di 40 mila ospiti e circa 15 mila dipendenti. Dai dati ricevuti dalle singole RSA, attualmente è risultato positivo al Covid-19 il 35% degli ospiti e il 23% del personale (percentuale riferita ai tamponi effettuati alla data del 15 aprile e comunicati dall’80% delle strutture).  «Circa 7 mila i tamponi effettuati tra il 14 e il 20 aprile - sottolinea il dott. Edoardo Tegani, responsabile sanitario dell’Area Rsa dell’Unità di crisi -. Un incremento importante in meno di una settimana, che continuerà nei prossimi giorni per potenziare al massimo il monitoraggio sia dei dipendenti che degli ospiti delle nostre Rsa».
Per quanto riguarda l'AslCn1 (di cui il fossanese fa parte) i tamponi effettuati al 20 aprile erano 1726: di questi 459 sono risultati positivi, 826 negati e altri 441 sono in attesa di esito.