“Fiducia in Dio e relazioni, questo solo conta”

Intervista a Mons. Derio Olivero, dopo la lunga battaglia contro il Covid-19

Mons. Derio Olivero guarito dopo Covid19
Foto da Vita Diocesana Pinerolese

E tornato a casa dopo 47 giorni di ricovero e lotta contro il Covid-19. Mons. Derio Olivero, accolto in vescovado dal suo vicario e dal cancelliere (fotografia di Vita Diocesana Pinerolese), racconta di queste settimane difficili in un’intervista a La Fedeltà-. “Una delle scalate più dure della mia vita – commenta, paragonando la fatica di questi giorni ad un’impresa in montagna -. Quando cammini in montagna o scali una vetta, reggi la fatica perché sai che c’è una meta. Mi viene in mente la salita al Monte Bianco, quando sei sopra ai 4.300 metri e continui a salire. Senti che ti manca il fiato. Rallenti e stringi i denti perché sai che la meta è lassù, la intravedi, e questo ti dà forza. Beh, anche in questa malattia senti che ti manca il fiato, ma è un viaggio in cui fatichi a vedere la meta... e in alcuni momenti credi che sia davvero finita”. E racconta di come abbia camminato per alcuni giorni con la morte al suo fianco e la certezza che tutto stava “evaporando”. “In quei giorni ho capito una cosa – dice -: che nella vita due sole cose contano, la fiducia, che per me è la fede in Dio, e le relazioni. Ho sentito forte la presenza e il sostegno di tante persone e ho sentito le loro preghiere…”

Intervista completa su La Fedeltà in edicola mercoledì 6 maggio.