Centallo, slitta a lunedì 25 maggio il mercato non alimentare

Lunedì 18 ci saranno esclusivamente i banchi alimentari

Centallo

Era già tutto pronto per ripartire. Ma bisognerà ancora attendere una settimana (lunedì 25 maggio) per rivedere i banchi non alimentari al mercato di Centallo. Il governatore del Piemonte Alberto Cirio ha infatti preferito fissare un’apertura a scaglioni delle attività che il Governo aveva autorizzato a partire dal 18 maggio. E per il mercato non alimentare ha individuato la data del 20 maggio (“per consentire i tempi di adeguamento alle nuove linee guida per la sicurezza e permettere ai Comuni di tracciare i nuovi spazi sulle aree mercatali”). Due giorni in più che, per la delusione degli operatori, hanno comportato lo slittamento di Centallo dove - con ordinanza del 15 maggio - l’Amministrazione comunale aveva già definito regole e dislocazione dei posteggi. Sono quelle che entreranno in vigore dal prossimo lunedì e prevedono la “bilocazione” del mercato, con i banchi alimentari e dei produttori agricoli in piazza Vittorio Emanuele, quelli non alimentari (principalmente) in piazza Vittorio Amedeo, così da garantire spazi più ampi e assicurare la distanza minima di due metri tra un banco e l’altro.

L’ordinanza prescrive inoltre l’uso di mascherina e guanti monouso per gli operatori, nonché una netta suddivisione delle mansioni tra banco e cassa (e, nel caso di un solo operatore, l’obbligo di usare accorgimenti quali pinze e palette utensili per toccare il cibo). In caso di inosservanza delle norme è prevista una sanzione amministrativa di 400 euro.