Violenta grandinata si abbatte su Roata e San Biagio

Allagate anche le strade. Danni all'azienda Galfrè

Roata Galfrè grandine

Una violenta grandinata si è abbattuta ieri sera, 3 giugno, sul territorio di Centallo provocando ingenti danni alle colture agricole, soprattutto mais, fagioli e frutteti sprovvisti di reti di protezione. È accaduto intorno alle 18, e ha colpito dalla zona di Trunasse fino a quella di San Quirico, attraversando in diagonale il territorio di Roata Chiusani e di San Biagio, Salvi, invece, i Ronchi da un lato e Centallo dall’altro.

“La grandinata è durata almeno un quarto d’ora - racconta l’agricoltore Claudio Rabbia, di Roata Chiusani -. Violentissima, con chicchi grandi come ciliegie, accompagnata da raffiche di vento. L’ultima di questa portata era stata 5/6 anni fa”.

Sul posto sono intervenuti anche la Polizia locale e i volontari della Protezione civile per monitorare la viabilità su alcuni tratti di strada invasi dall’acqua proveniente dai campi inzuppati. “È stato un vero disastro” - commenta il sindaco Giuseppe Chiavassa.

Allagamenti si sono registrati anche in paese e all’azienda Galfrè, dove lavora l’assessore Guido Mattalia. “C’era acqua dappertutto - racconta -. Ha fatto scoppiare i tubi delle canalette, alzato i tombini, una cosa da non credere. Per sicurezza, abbiamo staccato la luce e chiuso prima del tempo”.