Bene Banca verso l’assemblea dei soci

Nessuno sfidante per il gruppo del presidente Dogliani, che probabilmente guiderà l'istituto per altri 3 anni

Bene Banca al voto per rinnovare i vertici. Ma con la clausola – dovuta al Coronavirus - che i soci non potranno intervenire direttamente in assemblea e dovranno esprimere la loro scelta attraverso la figura di un “rappresentante designato”. Quanto agli eleggibili, non ci sono liste, né candidature singole che daranno battaglie all’attuale Amministrazione: molto probabilmente, il gruppo del presidente Elia Dogliani guiderà l’istituto per altri tre anni.

L’assemblea ordinaria è fissata per martedì 30 giugno (in seconda convocazione, valida indipendentemente dal numero di soci partecipanti) . Molti i punti all’ordine del giorno, oltre all’elezione del Consiglio di amministrazione, del Collegio sindacale e del Collegio dei probiviri: i soci dovranno esprimersi sul numero dei componenti dello stesso Consiglio di amministrazione, sui compensi e rimborsi-spesa di amministratori e collegio sindacale e sul Bilancio del 2019.

Oggi la banca registra un utile di esercizio che supera 1,3 milioni di euro; migliorati anche tutti gli indicatori di qualità e solidità patrimoniale. I soci sono 8432.