Un’estate a due passi da casa alla riscoperta delle nostre bellezze

Un percorso con la Fedeltà tra itinerari e proposte di un territorio ricco di opportunità

Cai montagna

Il calendario e il termometro ce lo confermano. È arrivata l’estate. La bella stagione che è sinonimo di vacanza e di tempo libero da dedicare a se stessi e ai propri cari, di vita all’aria aperta e di gite fuori porta. Un’estate in un anno anomalo segnato dalla pandemia, dai mesi di lockdown che rendono ancora più urgente e “necessario” un ritorno alla natura e agli spazi aperti dopo un periodo così lungo di confinamento in casa. Certo l’emergenza non è del tutto terminata, e se la vita torna alla normalità lo fa con qualche strascico e con l’invito forte a continuare a seguire le regole per evitare di fare passi indietro. La crisi economica, le restrizioni, il fatto che in molti paesi del mondo l’epidemia sia tutt’altro che finita, sono alcune delle ragioni per programmare un’estate “a due passi”, così come abbiamo titolato questo speciale a puntate che la Fedeltà propone da questa settimana e per tutto il mese di luglio. Un’estate a due passi da casa, con “vacanze di prossimità”, che possono e devono diventare occasione per riscoprire le bellezze del nostro territorio e sorprendersi di quante occasioni ci siano a portata di mano, e di tasca, anche vicino a casa.

Le proposte non mancano di certo. Con la riapertura graduale delle attività, comprese quelle culturali, il calendario si sta via via arricchendo di appuntamenti e proposte. Restando in provincia di Cuneo o spostandoci di poco nel nostro Piemonte possiamo scoprire percorsi naturalistici, emozionarci per la bellezza delle nostre montagne e colline, scoprire o riscoprire un patrimonio storico e artistico che molti ci invidiano, andare alla scoperta della tradizione enogastronomica di un territorio che è vasto tanto quanto lo è la sua varietà di colori e sapori. E così si può decidere di organizzare una breve uscita in giornata, una serata in compagnia, un week end all’insegna della natura o dell’arte, un tuffo nella storia dei nostri castelli, dedicare del tempo al relax e alla cura della persona. In queste settimane cercheremo di darvi qualche suggerimento. E partiamo proprio da una proposta “a due passi” da noi, dietro l’angolo. Alla scoperta delle vie d’acqua, sulle rive dello Stura e dei fiumi che dissetano le nostre terre. Il fiume da sempre è segno di vita, testimone instancabile del tempo che passa, dei secoli che si susseguono. Il lavoro dell’acqua, il succedersi delle stagioni, il territorio che poco a poco si modella. Vi auguriamo buon viaggio e mentre ci incamminiamo per i sentieri che costeggiano il fiume, vi diamo appuntamento alle prossime puntate, parleremo di montagna e rifugi, di storia e arte, di castelli e dimore storiche, di letture, di eccellenze enogastronomiche ed eventi, di percorsi legati alla devozione popolare... Per una buona “Estate a due passi”.

Scarica i pdf:

Sui sentieri delle nostre valli (La Fedeltà 1 luglio 2020)

LE PUNTATE PRECEDENTI:
- Il fiume l’acqua la natura a due passi (La Fedeltà 24 giugno 2020)