“BuonViso” a cattiva sorte, il formaggio nato per far fronte al lockdown

panero fratelli san vittore

I fratelli Panero di San Vittore, pionieri - insieme agli altri soci della coop. Fattorie Tobia, nella produzione e vendita in cascina del latte a lunga conservazione - si lanciano in una nuova avventura: la produzione e vendita diretta del formaggio stagionato. Mercoledì 29 luglio l’intera mungitura del mattino è stata destinata, per la prima volta, al caseificio La Bruna di Monterosso Grana che produce la toma BuonViso in conto lavorazione per le Fattorie Tobia. Una bella storia, quella del formaggio BuonViso nata, come succede spesso, in risposta a un problema. Nel periodo del lockdown la cooperativa Fattorie Tobia si trovò a dover risolvere il problema di un socio, grande allevatore cuneese, che si era trovato da un giorno all’altro senza acquirente. I soci hanno  pensato di trasformarlo in formaggio scegliendo una forma originale, che fa la fetta triangolare. L'hanno chiamata "BuonViso" per l’assonanza con Monviso - di cui ha la forma - ma soprattutto perché ben rappresenta la sua genesi: è nato per fronteggiare la cattiva sorte.

A metà settembre il BuonViso dei fratelli Panero sarà pronto per la vendita diretta. Così, insieme al latte Tobia a lunga conservazione (intero e parzialmente scremato) si potrà acquistare anche il formaggio. Il punto vendita dei fratelli Panero è sempre aperto. L’azienda dei fratelli Panero è in via del Pedaggio, di fianco alla chiesa di San Vittore. Per informazioni: Panero Fabrizio 347 8547457; Roberto 328 2220291; Igor 329 2317583.