Si può già ordinare il calendario della Polizia

Nel 2021 si celebra la trasformazione del corpo, che ha sostituito le Guardie di pubblica sicurezza - I fondi all'Unicef

Il calendario 2021 della Polizia di Stato avrà un valore particolare. Ripercorrerà infatti, attraverso immagini, “i 40 anni dall’introduzione della legge 121/81 che ha disciolto il corpo delle Guardie di pubblica sicurezza e istituito la Polizia di Stato” come spiegano dalla Questura di Cuneo.

Le immagini pubblicate, in particolare, “racconteranno il cambiamento dell’Amministrazione della pubblica sicurezza - forza di Polizia moderna, democratica e a ordinamento civile - descrivendo l’evoluzione della simbologia, dell’operatività e del concetto di prossimità”.

È già possibile prenotare il calendario, sia nella versione da parete (al costo di 8 euro) che in quella da tavolo (6 euro), mettendosi in contatto, entro il 18 settembre, con l’Ufficio staff del questore di Cuneo allo 0171.443529, “previa esibizione della ricevuta di versamento sul conto corrente postale 745000, intestato a «Comitato italiano per l’Unicef» e con causale «Calendario della Polizia di Stato 2021 per il progetto Unicef emergenza Coronavirus», e lasciando i propri riferimenti (nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico)”.

Il ricavato della vendita dei calendari sarà destinato, come si può intuire, al Comitato italiano per l’Unicef, che a sua volta sta finanziando un progetto il cui obiettivo è mitigare l’impatto della pandemia da Coronavirus su bambini e adolescenti. Il calendario 2020 della Polizia di Stato permise di devolvere, a un altro progetto dell’Unicef, oltre 160mila euro.