Quei trattori di ieri ancora in ottima forma

La passione dei Ballario di Maddalene per le macchine agricole d’epoca

I trattori moderni sono ormai dotati di ogni comfort, e le macchine agricole sempre più cercano di alleggerire il lavoro degli agricoltori che resta comunque fatto di fatica e sacrifici. I trattori d’epoca conservano il loro fascino e ci parlano di tradizione di amore per la terra e per il proprio lavoro. Una passione che è nel dna del nostro territorio. E così possono nascere vere e proprie collezioni di trattori d’epoca come quella di Piero Ballario e della sua famiglia che lo scorso 8 agosto ha deciso di “mettere in campo” il suo parco macchine e non soltanto esporre i mezzi, ma metterli al lavoro, con l’aiuto di famigliari e amici. In una giornata d’agosto assolata come lo sono spesso le giornate di duro lavoro nei campi i mezzi - quasi tutti di proprietà dei Ballario - sono stati esposti nel campo di fronte all’azienda agricola, a Maddalene (frazione di Fossano).
Tra i mezzi, in gran parte trattori OM, uno dei più datati è quello acquistato dal padre di Piero che dopo anni è tornato in possesso della famiglia e resta uno dei cimeli più importanti. Perché non c’è presente e futuro senza il rispetto per il passato e le tradizioni.

Per chi pensasse che quei trattori sono pezzi da museo, destinati a rimanere muti e fermi in esposizione, a fine mattinata il rombo dei motori ha dimostrato l’esatto opposto. Così come le prove in campo con l’aratura dove in tanti si sono cimentati alla guida dei bolidi.I trattori moderni sono ormai dotati di ogni comfort, e le macchine agricole sempre più cercano di alleggerire il lavoro degli agricoltori che resta comunque fatto di fatica e sacrifici. I trattori d’epoca conservano il loro fascino e ci parlano di tradizione di amore per la terra e per il proprio lavoro. Una passione che è nel dna del nostro territorio. E così possono nascere vere e proprie collezioni di trattori d’epoca come quella di Piero Ballario e della sua famiglia che lo scorso 8 agosto ha deciso di “mettere in campo” il suo parco macchine e non soltanto esporre i mezzi, ma metterli al lavoro, con l’aiuto di famigliari e amici. In una giornata d’agosto assolata come lo sono spesso le giornate di duro lavoro nei campi i mezzi - quasi tutti di proprietà dei Ballario - sono stati esposti nel campo di fronte all’azienda agricola. Tra i mezzi, in gran parte trattori OM, uno dei più datati è quello acquistato dal padre di Piero che dopo anni è tornato in possesso della famiglia e resta uno dei cimeli più importanti. Perché non c’è presente e futuro senza il rispetto per il passato e le tradizioni. Per chi pensasse che quei trattori sono pezzi da museo, destinati a rimanere muti e fermi in esposizione, a fine mattinata il rombo dei motori ha dimostrato l’esatto opposto. Così come le prove in campo con l’aratura dove in tanti si sono cimentati alla guida dei bolidi.