La Giornata europea della Cultura ebraica a Fossano

Il 6 settembre visita al settore del cimitero che ospita i defunti di questa fede religiosa - Tante iniziative in Piemonte

Il settore ebraico del cimitero di Fossano
Ingresso del settore ebraico del cimitero di Fossano - Foto d'archivio

C’è un appuntamento anche a Fossano in calendario per domenica 6 settembre, Giornata europea della Cultura ebraica. Sarà possibile visitare, all’interno del cimitero urbano di via Marene con ingresso dal lato verso la circonvallazione, il settore che accoglie i defunti di questa fede religiosa. Le visite si svolgeranno dalle 10,30 alle 18 (l’ultima partenza è fissata alle 17); quanti desiderano partecipare devono prenotarsi telefonando al 339.2630392 (è necessario chiamare nella fascia oraria dalle 18 alle 20).

Una giornata un po' "virtuale"
Giunta alla ventunesima edizione, in questo 2020 la Giornata europea della Cultura ebraica si svolge in una forma insolita a causa del coronavirus. Lo ha ben spiegato, in un testo diffuso sul sito web dell’Unione delle comunità ebraiche italiane, Noemi Di Segni, che di questo ente è alla guida: “È un’edizione – si legge – che, a causa della terribile emergenza sanitaria che ha travolto il mondo e ha visto l’Italia tra i Paesi più drammaticamente colpiti, dovrà svolgersi in modalità inedite, puntando molto sulle nuove tecnologie, come anche indicato dall’Aepj, l’associazione europea che fa da «ombrello» a questa grande manifestazione alla quale partecipano oltre trenta Paesi e che ha raccomandato di prediligere una organizzazione digitale”.
“Senz’altro una forte limitazione, per un appuntamento che è fatto di visite alle sinagoghe e di passeggiate archeologiche, di spettacoli teatrali e di degustazioni kasher, di «assembramenti» di bambini e di affollate mostre ai musei ebraici; ma anche, crediamo, una sfida, che ci proietta in un modo diverso di fare e fruire cultura, spingendoci ad affinare e implementare nuove risorse e nuove possibilità – prosegue Di Segni –. Se questa terribile crisi fosse capitata anche solo quindici, venti anni fa, nessuno di noi avrebbe potuto fare le videochiamate, l’assenza dei social network ci avrebbe costretti in un isolamento ancora peggiore, fare la spesa online sarebbe stata una opzione non praticabile. Ma abbiamo avuto la fortuna, pur nella grande difficoltà, di vivere in un’epoca iperconnessa. E dunque la Giornata europea della Cultura ebraica tiene il passo con i tempi, per un grande esperimento virtuale (che in alcuni casi potrà comunque essere declinato, ove consentito, nel massimo del rigore e del rispetto per le norme, anche nel reale), e che ci auguriamo potrà destare anche quest’anno l’interesse di un ampio pubblico”.
Nella Giornata europea della Cultura ebraica sono coinvolte oltre 90 località in Italia, che diventeranno parte di “una manifestazione all’insegna della conoscenza e dell’approfondimento dell’ebraismo e dell’incontro tra culture”. Il tema scelto per questa edizione è “Percorsi ebraici”, ovvero “gli itinerari dell’ebraismo italiano”.

A Fossano un tour “reale”
Di Segni sottolinea come in alcuni casi gli appuntamenti del 6 settembre saranno non virtuali, ma “reali”. È il caso di Fossano. Peraltro, nella città degli Acaja la sinagoga non esiste più e dunque non potrebbe in ogni caso costituire la meta di una visita. Esiste, invece, il settore ebraico del cimitero: si tratta ovviamente di uno spazio all’aperto, e ciò aiuta a rispettare le disposizioni anti-contagio tuttora in vigore.
“Abbiamo accolto con piacere la proposta di ospitare questa inziativa”, fanno sapere dal Palazzo comunale.
La presenza degli ebrei a Fossano è segnalata dal 1579 e il ghetto viene istituito nel 1724 tra i quartieri Salice e Romanisio, come è ricordato sul sito della Comunità ebraica torinese. L’apice della presenza ebraica a Fossano si registra alla fine dell’Ottocento; nel periodo che precede la Seconda guerra mondiale e dunque la persecuzione nazi-fascista, non si ha notizia di ebrei residenti in città. Quanto alla sinagoga (dismessa), l’edificio che l’accoglieva è stato fatto demolire dal Comune negli anni Sessanta.

Cimitero Ebraico Fossano 2014
Tombe all'interno del cimitero ebraico di Fossano (febbraio 2014)

Gli altri appuntamenti  in Piemonte
Le altre iniziative in Piemonte della Giornata europea della Cultura ebraica vengono proposte a Torino, Acqui Terme, Alessandria, Asti, Carmagnola, Chieri, Cuneo, Ivrea, Mondovì, Nizza Monferrato, Rivalta Bormida e Saluzzo. Della visita al cimitero di Fossano si occupa la cooperativa Artefacta Beni culturali. È possibile avere maggiori informazioni sul sito della Comunità ebraica di Torino nella sezione “Calendario”.
La stessa Comunità può essere contattata allo 011.6508332.

Le regole per i visitatori
Le visite guidate ai cimiteri, durante la Giornata europea della Cultura ebraica, sono ad ingresso libero,  solo con l’obbligo della prenotazione da effettuare entro venerdì 4 settembre; il numero di posti disponibili è limitato.
Tutti i visitatori dovranno indossare la mascherina e rispettare il distanziamento interpersonale secondo le normative anti-contagio. Durante la visita ai cimiteri, gli uomini sono inoltre pregati di indossare un cappello.