Villafalletto-Monviso, solitaria in 17 ore di Fabrizio Bollati

All’arrivo l’immancabile cappello d’Alpino e le note di “Signore delle cime”

Fabrizio Bollati ha festeggiato l’arrivo sulla cima del Re di pietra suonando alla tromba “Signore delle cime” e indossando il cappello da Alpino. Il giovane villafallettese venerdì 21 agosto ha toccato per la terza volta la punta del Monviso, precisamente alle 11,10. L’eccezionalità, almeno per Fabrizio, è che la partenza questa volta è avvenuta dalla sua abitazione in via Monera a Villafalletto e non dal Pian del Re o dal bivacco della val Varaita come nelle precedenti scalate. Una solitaria intrapresa a piedi ufficialmente alle 18 dal santuario degli Alteni. 50 chilometri su strada fino a Pontechianale, quindi i sentieri e la roccia. Passo dopo passo con l’ardore di un trentenne e il solo desiderio di arrivare in cima.

Articolo su la Fedeltà in edicola mercoledì 2 settembre