Fossanesi in udienza dal Papa con le Comunità Laudato si’ e Carlo Petrini

Sabato 12 settembre, accompagnate dal fondatore di Slow Food, braidese e da mons. Pompili, vescovo di Rieti

Carlo Petrini

Ci sono anche sei fossanesi nella nutrita rappresentanza delle “Comunità Laudato si’”, che sabato 12 settembre viene ricevuta in udienza da papa Francesco, in Vaticano. I fossanesi sono Marco Barberis (fiduciario della Condotta fossanese di Slow Food), Ilaria Fruttero, don Flavio Luciano (parroco, responsabile dell'Ufficio Giustizia, pace e custodia del Creato delle diocesi di Fossano e Cuneo), Roberto Patrese, Massimo Viale, Andrea Racca: tutti fanno parte, insieme ad altri, della neonata Comunità Laudato Si’ di Fossano, costituita ufficialmente lo scorso 19 agosto. Le “Comunità Laudato si’” sono un movimento ideato ad Amatrice da mons. Domenico Pompili, vescovo di Rieti, e Carlo Petrini, presidente di Slow Food. Sabato 12 settembre circa 250 persone provenienti da molte delle 60 Comunità nate spontaneamente in tutta Italia, “vivranno l’emozione di trovarsi alla presenza del Santo Padre, che con la sua enciclica ha rivoluzionato l’approccio ai temi della giustizia sociale e dell’ambiente” si legge sul sito ufficiale comunitalaudatosi.org.

Scopo delle Comunità Laudato si’ è infatti quello di “diffondere l’analisi del Pontefice sulla situazione attuale, promuovendo e adottando stili di vita coerenti con il pensiero dell’ecologia integrale”. Ideato per essere vissuto da piccoli gruppi, “secondo il modello che Petrini definisce della comunità affettiva”, il movimento delle Comunità Laudato si’ ha incontrato l’interesse e la partecipazione di scienziati e intellettuali come il botanico Stefano Mancuso, insieme al quale le Comunità hanno avviato con successo la campagna nazionale “Un albero in più”.

In un tempo segnato dalla crisi sanitaria prodotta dal Covid-19, l’udienza ha preso il posto del Forum che le Comunità Laudato si’ vivono ogni anno ad Amatrice e conferma, sottolinea il comunicato, l’attenzione di Papa Francesco verso il movimento. Un interesse che Bergoglio aveva manifestato già lo scorso anno, proprio in occasione del Forum, inviando un Messaggio che ritorna anche nel libro “Terra Futura”, pubblicato lo scorso 9 settembre, nel quale le Comunità Laudato si’ sono più volte citate durante le tre conversazioni tra il Pontefice e Carlo Petrini su biodiversità, economia, migrazioni, educazione e comunità. L’udienza è particolarmente attesa anche alla luce della imminente pubblicazione della nuova enciclica papale sulla fratellanza umana.