“I portici” di Fossano riaprono: si torna in sala

Sì agli spettacoli cinematografici, non ancora a quelli teatrali - Il "debutto" il 12 settembre - Due film in cartellone

Prima un annuncio su Facebook, con le parole “Stiamo per tornare...” e che ha raccolto numerosi “like”; poi la diffusione di una nota con la programmazione, a partire da sabato 12 settembre. “I portici”, cinema-teatro di Fossano, riaprono. Si torna così ad una parziale normalità dopo lo stop dovuto al coronavirus e le disposizioni con cui si è cercato di contrastare la pandemia.
Il pubblico potrà godersi le proiezioni cinematografiche, mentre per gli spettacoli teatrali occorrerà attendere ancora. Si applicano inoltre quelle norme anti-contagio che, in questi mesi, sono entrate a far parte della quotidianità: l’accesso sarà contingentato (si potrà usare un posto a sedere ogni 3, a meno che si sia componenti della stessa famiglia), si dovrà indossare la mascherina (finché non si è giunti al proprio posto), non si potrà accedere se si ha la febbre e all’ingresso si dovrà lasciare il proprio recapito telefonico così da poter essere rintracciati nel caso che emergano casi di contagio.
La programmazione è ridotta, com’è inevitabile in questa fase di transizione che “I portici” vivono prima di tornare a lavorare a pieno regime. Due i film in cartellone: “Chiamate un dottore”, alle 21 di sabato 12 settembre, alle 17,30 e le 21 di domenica 13, alle 21 di lunedì 14, alle 21 di martedì 15 e alle 21 di mercoledì 16; “Lo spaccapietre” alle 21 di sabato 12, alle 17,30 e 21 di domenica 13, alle 21 di lunedì 14, alle 21 di martedì 15, alle 21 di mercoledì 16. Costo del biglietto d’ingresso da 4,5 a 7,5 euro.