Referendum, voto in ordine sparso per i parlamentari della Granda

Le posizioni dei 4 deputati e dei 4 senatori del Cuneese. Se fosse per loro finirebbe in pareggio

Parlamento

Tre a favore. Tre contro. E due voti “aperti”, anche se orientati in direzioni opposte. Chiude in parità il sondaggio tra i deputati e senatori della Granda sul voto al Referendum per il taglio dei parlamentari: una misura che, se approvata, renderà più difficile il loro reingresso a Camera e Senato, dal momento che la sforbiciata finirà per incidere anche sul numero degli eletti in Granda, con una riduzione almeno di un terzo. 

A incuriosire, oltre al risultato, è la trasversalità del voto, che unisce chi mai farebbe parte della stessa maggioranza e separa, come nel caso dei “dem”, chi appartiene allo stesso partito.

Articolo completo su "la Fedeltà" di mercoledì 16 settembre