“Berni” Dematteis riparte da Fossano

Il campione di corsa in montagna davanti alla sfida più dura. A 3 anni esatti dal record sul Monviso, lo “sfogo” su Facebook e l’inizio della “cura Sportification”

Dematteis Bernard

Nel controverso mondo dei social network, pieno di filtri ed apparenze, non siamo quasi più abituati a leggere certe cose. “Depressione bastarda” è un’espressione forte, capace di rompere tante barriere: linguistiche, mentali, emotive. “Depressione bastarda” è la definizione con cui Bernard Dematteis guarda in faccia il suo malessere, sfogandosi in un post su Facebook a cui sono seguiti tantissimi commenti e condivisioni. 

La depressione è ormai definita la “malattia del secolo”. Uno specchio fedele dei tempi che stiamo vivendo, ma che spesso ci ostiniamo a nascondere. Sentendoci, di fatto, più soli e sofferenti. 
Bernard sceglie una strada diversa. Da atleta abituato alla fatica, la punta dritto come se fosse una montagna, la più difficile da superare. 
Ne parla senza mezzi termini a 3 anni esatti da uno dei suoi più grandi traguardi sportivi: il record di ascesa di corsa sul Monviso, conquistato l’8 settembre 2017 in un’ora, 40 minuti e 47”. Un tempo straordinario, tutt’ora imbattuto. Dietro di lui, a soli 5” di distanza, il fratello gemello Martin, compagno di mille battaglie. La più emozionante il 1° dicembre 2016, agli Europei di corsa in montagna ad Arco di Trento. Bernard, già campione continentale, si avvia verso la vittoria con una ventina di secondi di vantaggio. A pochi metri dal traguardo rallenta, aspetta il fratello e taglia il traguardo con lui, tenendolo per mano. Martin, che circa un anno prima aveva perso il figlio Matteo di soli 11 mesi, diventa così campione europeo. 

Dopo aver corso per anni in una squadra sportiva bresciana, i due gemelli - originari di Rore in val Varaita - scelgono di riavvicinarsi a casa. Amici di lunga data con Daniele Ghigo, presidente del team Sportification, si sono “orgogliosamente” accasati a Fossano.

L'intervista completa su La Fedeltà di mercoledì 23 settembre 2020

Dematteis Bernard E Martin