Salta la Fiera del porro Cervere ma cresce il mercato della grande distribuzione

Il Comitato organizzativo sta valutando soluzioni alternative all'appuntamento di novembre

Foto di Costanza Bono

Buon inizio di stagione per il Porro di Cervere che ormai si trova nel banco del fresco in 450 punti della grande distribuzione organizzata. Notizie meno buone per la Fiera del porro Cervere che in seguito all’ultimo Dpcm non tornerà sulla piazza di Cervere. Quotidiani gli incontri tra Comune, Pro loco e Consorzio per valutare alternative.
“La pandemia ha ripreso a correre - dice il senatore Giorgio Bergesio, presidente del Consorzio di tutela del porro -. Prima abbiamo il dovere di tutelare la salute delle persone, pur lavorando per valorizzare il nostro prodotto. I produttori sono soddisfatti: siamo al 70 per cento in più di vendite rispetto allo scorso anno con area di diffusione estesa al Piemonte, Lombardia e Liguria. Siamo presenti in centinaia di punti vendita della grande distribuzione. La Fiera come prevede il Dpcm non si può fare, stiamo valutando eventuali soluzioni alternative".

Articolo su la Fedeltà in edicola mercoledì 21 ottobre