Ognissanti, niente celebrazioni nei cimiteri salvo diversi accordi con i sindaci

Il vescovo di Fossano e Cuneo invita i fedeli alla preghiera nelle chiese

Cimitero Urbano Fossano
Il cimitero di Fossano

“L’aumento dei contagi impone norme prudenziali per cui quest’anno le celebrazioni per la solennità di Tutti i Santi e per la commemorazione di tutti i Fedeli Defunti dovranno tenersi nella chiese, salvo che i Sindaci, caso per caso, in dialogo con i parroci competenti, ritengano opportune le celebrazioni nei cimiteri, rispettando tutte le norme sanitarie”. Così ha disposto il vescovo di Cuneo e di Fossano mons. Piero Delbosco per le celebrazioni di domenica 1° novembre comunicando la sua scelta ai parroci e ai fedeli delle due diocesi.
Il sindaco di Fossano aveva già disposto che non si svolgesse alcuna celebrazione nei camposanti in tutto il territorio del comune.
Nei cimiteri delle diocesi di Fossano e di Cuneo, aperti per la commemorazione dei defunti, potrà essere affissa la seguente comunicazione del vescovo: “Per prudenza, a causa della pandemia in corso, quest’anno non ci sarà alcuna celebrazione al cimitero per tutti i defunti. Invito tutti alla preghiera nelle chiese e ad evitare assembramenti in ogni parte del cimitero, specie negli ingressi. Il ricordo dei nostri cari defunti non viene meno. A Dio affidiamo la nostra intercessione certi che tutti un giorno risorgeremo e saremo sempre con Lui”.