Giovani, fede, pandemia: dopo il convegno la riflessione continua

Disponibili relazioni e schede di approfondimento sul sito della diocesi

Alla luce dei sei mesi della pandemia è cambiato il mondo e forse sono cambiati tutti i rapporti, anche quello con Dio. Da questa considerazione si è mossa l’equipe del convegno “Dare casa al futuro” che metteva insieme giovani delle diocesi di Cuneo e di Fossano con un tema comune: il ruolo dei giovani nella comunità.
Ora la palla passa alle comunità e ai giovani che le abitano. Con l’aiuto di schede su cui riflettere che sono la sintesi della fase preparatoria del convegno che si era svolto a febbraio e a partire da quanto avevano detto il filosofo Silvano Petrosino e don Michele Falabretti, direttore della pastorale giovani nazionale, riprese e sintetizzate in questi mesi anche alla luce della pandemia e del confinamento.
Nove sono i punti tematici: esserci, comunicare, aprire luoghi, chiamati, responsabili, unici, comunione e annuncio. “Dopo il lockdown abbiamo fatto la sintesi delle relazioni - dice don Carlo Occelli, responsabile della Pastorale giovanile di Cuneo, che ha seguito il percorso del convegno sui giovani dall’inizio - e ci siamo detti che non possiamo far finta di niente di fronte al cambiamento che è avvenuto subito dopo il convegno di inizio febbraio. Un’idea è stata quella di riprendere le schede tematiche e di sintetizzarle. Hanno tutte un elemento comune: il cambiamento che ci ha investito. tra questi il più evidente è la liturgia. Alla luce di questi sei mesi e della pandemia magari a novembre pensavamo certe cose e poi è cambiato il mondo forse è cambiato il mio modo di pregare e di andare a messa come giovane. Per questo abbiamo formulato le schede, per riprenderle a gruppetti e cercare di rileggerle alla luce di questi sei mesi. E soprattutto possono essere l’occasione in cui i giovani rileggono questo tempo”.
C’è in cantiere anche una seconda edizione del convegno, proprio a partire da questi sei mesi. “Vorremmo sentire di nuovo i relatori - continua don Occelli - con una diretta streaming e fare loro la domanda: siete venuti a parlare a Cuneo e avete dato un sacco di input, ora è cambiato il mondo, riaggiustereste il tiro su qualche prospettiva?”.
Gli interventi dei relatori e le schede sono scaricabili da questa sezione del sito diocesano.

f.m.