Ambrogio, gli obiettivi raggiunti e il Covid

Bilancio di metà mandato, su YouTube, per il sindaco di Bene Vagienna, che fa appello ai cittadini per la lotta alla pandemia

Bilancio di metà mandato per il sindaco Ambrogio

Bilancio di metà mandato per Claudio Ambrogio. Il sindaco di Bene Vagienna ha dato appuntamento ai suoi concittadini, nella serata dello scorso 29 ottobre, per una diretta su Youtube, come "la Fedeltà" aveva annunciato. Gli interventi realizzati finora dalla sua Amministrazione e la difficile situazione che si vive oggi a causa del Coronavirus sono i temi che ha affrontato.

Gli interventi effettuati
Ambrogio ha ricordato i principali interventi effettuati dall’inizio del suo mandato, nel giugno del 2017.
Sono l’asfaltatura di alcune strade nelle frazioni, come la salita di San Luigi, e in centro, oltre allo spazio davanti alla sede della Protezione civile che sarà messo a disposizione dei residenti nei dintorni come parcheggio. In un’altra frazione, Isola, sono state collocate le tubature che portano il gas a casa degli abitanti; in un’altra ancora, Podio, si è intervenuti per la messa in sicurezza del canale irriguo che vi scorre, il Sarmassa. Sempre sul “fronte acqua”, il primo cittadino ha citato i lavori con cui si cerca di evitare gli allagamenti in via Carrù e via Langhe, un problema più volte denunciato da alcuni residenti.
Il sindaco ha poi parlato degli interventi dedicati alle scuole, il restyling di quella dell’Infanzia e l’adeguamento antisismico per la Primaria. Altro tema affrontato è quello dell’illuminazione pubblica: quasi 60 punti-luce tradizionali sono stati sostituiti con il led e sull’ultima bolletta si è così ottenuto un risparmio del 50%.
Grande attenzione è stata dedicata alla sicurezza pubblica. Nel corso degli anni sono state installate numerose telecamere di videosorveglianza e ne compariranno altre nelle poche zone ancora “scoperte”, mentre in via Carrù e via Trinità saranno effettuati controlli sul rispetto del limite di velocità, come hanno richiesto i residenti. A tutto ciò si aggiunge l’acquisto, da parte del Comune, dell’immobile che ospita la caserma dei Carabinieri, i cui proprietari - dei privati - avevano manifestato l’intenzione di vendere: si è così scongiurato il rischio di perdere il presidio dell’Arma, e la spesa per l’acquisto sarà coperta in 25 anni - ha assicurato Ambrogio - grazie all’affitto che il Comune incassa proprio perché dà casa ai Carabinieri.
Il primo cittadino ha poi ricordato come ora Bene Vagienna possa disporre di una Casa alpina a Sambuco. Il Comune ha inoltre acquisito il diritto di superficie sul campo sportivo parrocchiale in strada degli Oreglia, dove realizzerà due campi, uno sempre da calcio in sintetico e l’altro da beach-volley.

In lotta con il Coronavirus
Il tema della seconda metà della diretta è stato il Coronavirus. Ambrogio ha invitato sia a non diffondere su giornali e social network i dati sui contagi presenti sulla piattaforma regionale creata ad hoc (“Le Asl sono intasate: i dati non sono aggiornati”), sia a non accanirsi, quando vi è notizia di un caso, per scoprire la sua identità (“Ci si sente additati”).
Ancora, il primo cittadino ha invitato i cittadini alla solidarietà gli uni con gli altri (“Telefonate a chi si trova in difficoltà”) e a rivolgersi all’Amministrazione comunale quando si sa di persone che, a causa del Covid-19 e della crisi economica ad essa legata, affrontano momenti particolarmente duri (“Siamo piemontesi, non osiamo chiedere”). Il numero da contattare, via Whatsapp, è il 366.7780819.
Da Ambrogio è giunto inoltre un “grazie” alla Casa di riposo, amministratori e dipendenti comunali, Forze dell’ordine, associazioni e volontari del paese per l’impegno mostrato in questo difficile periodo di convivenza con il Coronavirus.