Dentis di Sant’Albano è una delle dodici “Imprese vincenti 2020”

Il progetto di Impresa San Paolo presentato su Radio24 durante la tappa in Granda

C’è anche la Dentis Recycling di Sant’Albano Stura tra le dodici “Imprese vincenti 2020” della Granda, il programma di Intesa Sanpaolo per la valorizzazione delle piccole e medie imprese italiane, spesso poco note ma fondamentali per la vitalità del sistema produttivo, capaci di esprimere esempi di eccellenza imprenditoriale e del made in Italy, motore di filiere e distretti produttivi.
Le altre sono: Mollo Noleggio, il Gruppo Scotta e Vanzetti per la categoria Meccanica; Panealba, Bertolotto Porte, Witt Italia, Cantine Ascheri e Prato Nevoso spa per la categoria Sistema Persona & Food; Ledoga, Green Has Italia e Cartiera Pirinoli per la categoria Altra Industria e Servizi (la stessa di Dentis).
Il progetto lanciato a gennaio e giunto alla seconda edizione, ha raccolto l’autocandidatura di circa quattromila imprese. Ne sono state selezionate 144, attive in vari àmbiti produttivi e anche nel terzo settore, in un confronto tra mondo profit e non profit nella logica di sostenibilità e della piena valorizzazione dell’impatto sul territorio di tutte le tipologie di impresa.
Le Imprese Vincenti del 2020 sono state individuate sulla base dei fattori di successo che le rendono “campioni” del proprio territorio, con particolare attenzione all’impatto sociale e alla capacità di generare valore in termini di sostenibilità, innovazione, investimenti sul proprio capitale umano, capacità di programmare il passaggio generazionale, internazionalizzazione, legame con il territorio e con le proprie filiere produttive.
"Imprese vicnenti" sarà presentato in dodici tappe programmate, tra queste una a Cuneo, in cui ognuna delle imprese selezionate racconta la propria esperienza e il percorso di crescita affrontato a un pubblico ancora più ampio e digitale, in risposta al contesto straordinario determinato dall’emergenza Covid. Il digital tour si concluderà con un forum dedicato alle Pmi.
"Capitale umano e solidità patrimoniale sono i pilastri che sempre più renderanno invincibili le nostre aziende" - ha detto il presidente di Confindustria Cuneo, Mauro Gola durante un’intervista a Radio 24 durante la trasmissione che si è occupata della tappa in Granda del digital tour 'Imprese Vincenti 2020'. Specificando che: "Per il primo fattore, il capitale umano, è fondamentale che domanda e offerta di lavoro si incrocino, cosa che oggi non accade, con la paradossale situazione in forza della quale a un alto tasso di disoccupazione corrisponde la grandissima difficoltà delle aziende, oggi ancor più acuita, nel reperire le professionalità di cui abbisognano". Gola ha chiarito che per l’attuale sfasamento fra domanda e offerta di lavoro è necessario che il mondo dell’istruzione e della formazione sia sempre più al passo con i tempi, considerando anche la veloce mutazione dei sistemi tecnologici. Al riguardo di questi ultimi e dei loro veloci progressi, il Presidente di Confindustria Cuneo ha sottolineato inoltre come la nostra provincia sia un felice esempio di radici affondate nella tradizione da cui trae spunto la comprovata capacità di seguire, e spesso anticipare, l’innovazione in àmbito imprenditoriale.