Un presepe “ambientato” nel santuario di Gorra

Gli "Amici di Bene" non rinunciano ad allestire la loro Natività artistica e con essa festeggiano i 200 anni dalla fondazione della struttura

Nel 2020 si festeggiano i due secoli dalla fondazione del santuario di Gorra a Bene Vagienna

Gli “Amici di Bene” non rinunceranno al loro presepe: ogni anno l’associazione culturale di Bene Vagienna allestisce una Natività artistica la cui peculiarità è data dal fatto che la nascita di Gesù viene ambientata in un angolo della città di volta in volta diverso. In questo 2020 condizionato dalla presenza del coronavirus e dalle disposizione straordinarie con cui si tenta di contrastarne la diffusione, il sodalizio punta a confermare anche la cerimonia per la presentazione dello stesso presepe, che si svolgerà nel rispetto di quanto prevedono i vari Dpcm. Peraltro l’ultimo di questi, che ha inserito il Piemonte in “zona rossa”, non dovrebbe più essere in vigore sabato 19 dicembre quando, alle 18, nella chiesa dei Disciplinanti bianchi si aprirà il portone dietro al quale apparirà il presepe.

Quanto alla sua ambientazione, gli Amici di Bene hanno scelto il santuario di frazione Gorra dedicato a Maria. Si vogliono così celebrare i duecento anni dalla fondazione della struttura. Struttura la cui origine è legata alla guarigione miracolosa che un residente della frazione avrebbe ottenuto per l’intervento della Vergine: inizialmente fu eretto un pilone votivo che, in seguito, fu trasferito nella chiesa parrocchiale di Bene Vagienna e a cui si sostituì, fra il 1818 e il 1819 l’attuale santuario.

Alla cerimonia dedicata alla presentazione del presepe, ogni anno intervengono degli “ospiti d’onore”. Insieme con il sindaco Claudio Ambrogio e il parroco don Antonio Bergonzo, in questo 2020 è stato invitato un medico ospedaliero sempre di Bene Vagienna, l’oncologa Elena Fea. “Vogliamo così ringraziare i sanitari per l’impegno profuso durante questa emergenza”, spiega il presidente degli Amici di Bene Michelangelo Fessia.

Altra presenza immancabile alla cerimonia per la Natività ai Disciplinanti bianchi è quella della banda musicale di Bene Vagienna, della scuola primaria sempre di Bene Vagienna e dei Cantori di Revello. Gli Amici di Bene puntano a coinvolgere le tre realtà anche in questo 2020. La loro partecipazione avverrà però perlopiù via streaming.

Protetto da una superficie trasparente, il presepe artistico si potrà ammirare dall’esterno della chiesa durante il periodo natalizio e di sabato e domenica fino al 24 gennaio. Se il Piemonte tornerà ad una parziale normalità, sarà possibile, almeno per i residenti di Bene Vagienna, raggiungere la chiesa soltanto per osservare la Natività; se invece verranno prorogate le norme oggi in vigore, ci si dovrà accontentare di dedicare ad essa un rapido sguardo mentre ci si muove all'interno del paese nel rispetto di quanto prevede l’ultimo Dpcm, ad esempio quando si va in un negozio del centro storico per acquistare generi alimentari.

Il calendario
Gli Amici di Bene confermano inoltre la realizzazione del loro calendario da tavolo. Anche nel 2021 sarà protagonista la storia: mesi e giorni del prossimo anno saranno infatti accompagnati da un’immagine che ritrae l’ingresso di Bene Vagienna nel 1886. Sponsor dell’iniziativa è Bene Banca.