Centallo, i positivi al San Camillo scendono da 28 a 10

Buone notizie dall'esito dei tamponi rapidi. Azzerati i contagi tra gli operatori

Centallo San Camillo SALUSSOLIA
Foto Loris Salussolia

Arriva una buona notizia dal processo dei tamponi effettuati la scorsa settimana al San Camillo. In base agli ultimi esiti arrivati nella mattinata di lunedì 23 novembre, infatti, il numero dei casi positivi si è ridotto quasi ad un terzo. Dai 28 (20 ospiti e 8 operatori) registrati a inizio novembre, sono infatti scesi a 10, di cui 9 ospiti e 1 operatore (il direttore sanitario). Sono dunque più che dimezzati i contagi tra gli ospiti (con la notizia aggiuntiva che i 20 ex positivi si sono tutti negativizzati). E praticamente azzerati tra gli operatori, circostanza che garantisce una boccata d’ossigeno nell’articolazione del lavoro e nella turnazione dei servizi.
La partita contro il virus è ancora lunga, ma il sospiro di sollievo è evidente. “Cerchiamo di tenere la guardia il più alta possibile, adottando le massime precauzioni - commenta il presidente Bruno Actis -. Per il resto viviamo alla giornata, con il mandato di non mollare”.
Complessivamente, il San Camillo conta oggi 47 ospiti, di cui 1 in ospedale, e un personale in servizio formato da 51 operatori, di cui 27 diurni, più il direttore sanitario a carico dell’Ente, e 24 a carico della cooperativa “Il cortile”, tra cui 8 operatori notturni, 4 addetti alla pulizia, altri 4 addetti alla mensa, 2 fisioterapisti, 1 educatore, 1 psicologo e 3 infermieri.
All’ultimo aggiornamento di venerdì 20 novembre, i contagi a Centallo superano le 155 unità, con 6 ricoveri presso le strutture sanitarie. Sempre considerevole il numero dei sintomatici.