Fiera speciale del porro: percorsi oltre 4.000 km per consegnare i Porro box

Su Facebook e Instagram foto di tavole apparecchiate e messaggi di ringraziamento

Hanno percorso oltre 4.000 chilometri, raggiungendo oltre cento paesi della Granda per consegnare oltre mille Porro box, servendo duemila pranzi della domenica. È l’ottimo bilancio della Fiera speciale del porro che se in questa edizione, a causa della pandemia, non ha potuto accoglierci nel Palaporro è arrivata direttamente nelle nostre case portandoci in tavola il menu della Fiera. “È stato bellissimo e gratificante - dice Giovanni Rinero presidente della Pro loco “Amici di Cervere” -. La gente ci attendeva con il sorriso, contenta perché con il Porro box regalavamo un momento di serenità in questo periodo tanto difficile".
In questi tre week end duemila persone hanno goduto un momento di festa intorno alla tavola apparecchiata per le grandi occasioni, l’impiattamento curato delle pietanze: il Pastis d’Cesca, il flan al porro Cervere con bagna caöda di Faule, le raviole d’la fera e la salsiccia in sugo di Porro Cervere. “Qui sta il vero successo - aggiunge il consigliere Giacomo Dotta -. La gente ha recepito e tradotto quello che voleva essere il messaggio di questa edizione speciale: vivere a casa propria lo spirito della nostra Fiera”. “Siamo orgogliosi di esserci riusciti anche quest’anno - aggiunge Rinero -. Anche se in modalità diversa lo spirito è rimasto lo stesso. E questa Fiera l’abbiamo fatta e vissuta tutti insieme!”.

Articolo su la Fedeltà in edicola mercoledì 25 novembre