Mondovì, tablet per i pazienti di Cardiologia

Lo ha donato l'associazione "Amici del cuore": "Così, in tempo di pandemia, sarà più facile comunicare con i familiari"

Gli

Visite ai ricoverati in ospedale bloccate a causa del coronavirus? Ad accorciare le distanze, per i pazienti della Cardiologia dell'ospedale di Mondovì, ci prova l'associazione "Amici del cuore", con la donazione di un tablet.

Spiegano dal sodalizio la cui "anima" è doppia, fossanese e monregalese al tempo stesso: "Visto il perdurare della grave situazione sanitaria dovuta alla pandemia indotta dal coronavirus, e poiché  è impossibile avere un colloquio o una visita da parte dei parenti ai loro congiunti ricoverati in ospedale, abbiamo deciso di acquistare e  poi donare al reparto di Cardiologia dell’Ospedale di Mondovì, diretto da dottor Mauro Feola, un tablet di nuova generazione, in modo che i parenti dei pazienti possano colloquiare e vedere sullo schermo dell'apparecchiatura i loro cari".

La consegna è avvenuta lo scorso 26 novembre, alla presenza dello stesso dottor Feola; per gli Amici del cuore c'era Giuliana Turco, consigliera dell'associazione. Il commento del presidente del sodalizio, Mario Rossi: "La nostra associazione segue sempre il reparto diretto dal dottor Feola e quando ci è stata prospettata la necessità di avere un tablet per «avvicinare» i pazienti ai loro parenti, ci siamo subito attivati per rendere possibile una forma di comunicazione che oggi, sempre più spesso, non ha altre alternative".