L’Avis di Trinità compie 45 anni

Premiati Lucia Ferrero e Giacomo Olivero, tra i fondatori del gruppo

Quest’anno sono 45 anni dalla fondazione del gruppo Avis di Trinità. Purtroppo, a causa della pandemia, le regole e la prudenza non hanno consentito di festeggiare platealmente la ricorrenza, rimandando i festeggiamenti a tempi migliori. Però il direttivo, adottando le opportune precauzioni, ha premiato due dei soci fondatori ancora in vita di questa bella realtà trinitese. Sono Lucia Ferrero ved. Grosso e Giacomo Olivero. “A loro il nostro grazie - dice il capogruppo Massimo Demichelis - esprimendo anche un pensiero di gratitudine alla memoria dei fondatori defunti: l’arciprete don Giacomo Briatore, Matteo Giuseppe Cera, Giovanni Battista Costamagna, Francesco Costamagna, Antonio Dadone, Pietro Manzo, Lucia Monge, Luigi Rinaldi, Teresa Taricco, Giuseppe Teobaldi, Michele Tesio”.
A tutti i donatori attualmente iscritti all’associazione (150 soci di cui oltre un centinaio di donatori attivi) è stata inviata una lettera unita ad una mascherina anti-Covid personalizzata Avis. “Un simbolo per ringraziare tutti i donatori che continuano, in silenzio, a donare sangue e plasma, anche in questa fase difficile, fornendo oltre 150 preziose sacche per aiutare la vita”.

Articolo su la Fedeltà in edicola mercoledì 16 dicembre