Il fossanese Nino Maggiore alla Direzione centrale per i Servizi antidroga

antonino (nino) maggiore - generale guardia di finanza

Il fossanese Antonino (Nino) Maggiore, già direttore generale dell’Agenzia delle Entrate, recentemente promosso generale di Corpo d’Armata della Guardia di Finanza, nel luglio scorso ha assunto il comando della Direzione centrale Servizi antidroga, un organismo interforze che si avvale di un organico di 300 persone composto equamente da poliziotti, carabinieri e finanzieri.
La Direzione centrale per i Servizi antidroga coordina le attività di indagine a livello nazionale, riceve comunicazione al momento dell’avvio di ogni attività e viene informata quando essa viene conclusa; controlla che non si verifichino sovrapposizioni per concentrare gli sforzi in un’unica direzione. L’enorme quantità di dati che giunge quotidianamente dal territorio qui viene elaborata e interpretata e restituita al territorio attraverso numerosi approfondimenti consultabili sul sito e la relazione annuale, ricchissima di informazioni.
Tramite gli esperti che operano presso le ambasciate (una ventina, concentrati nei Paesi di produzione e crocevia del traffico della droga) si raccolgono informazioni all’estero e si curano le relazioni internazionali, si seguono i processi, si attuano accordi e intese. La Direzione centrale fornisce altresì mezzi tecnici sofisticati a supporto delle attività di indagine. Ha predisposto altresì uno specifico servizio (Sezione Drug@online) per far fronte alle nuove sfide poste dal web composto da personale qualificato proveniente dalle tre Forze di Polizia, dedicato espressamente a studiare, analizzare e monitorare la rete per poter prevenire e coordinare le attività di repressione.

Il servizio completo su La Fedeltà di mercoled’ 16 novembre 2020