“Portateci la rete del metano”: la richiesta di 300 residenti

La sollecitazione arriva dalla zona nord di Fossano: Boschetti, Tagliata, Santa Lucia, San Lorenzo

Mongolfiera su Fossano
Strada della Creusa vista dall'alto

Chiedono l’estensione della rete del metano alle loro abitazioni. Sono quasi 300 residenti della zona nord di Fossano: via Belmonte, strada della Creusa, Tagliata, Boschetti, San Lorenzo e Santa Lucia. Nell’autunno 2019 hanno presentato una petizione in Comune. E sono in attesa di una risposta.
La protesta dei residenti non è storia di oggi. Già nel 2012, infatti, avevano mandato, senza alcun esito, una lettera a Italgas. E interessato l’Amministrazione comunale del tempo. “Ogni volta, da allora - spiega Giovanni Favole, presidente della strada vicinale di Belmonte e promotore dell’ultima petizione - abbiamo sollecitato sotto elezioni i candidati sindaci a interessarsi della questione. Risultato: ad oggi zero”.
“Il problema - aggiunge Favole - è che chi non ha il metano usa il Gpl in bombolone, per il riscaldamento e per alimentare a gas il piano cottura. E la spesa è doppia. Non parliamo poi dell’aggravio per le aziende”.
Ma a bloccare tutto è l'attesa della gara per il gestore unico per il Consorzio di cui fa parte Fossano, a cui toccherà effettuare una serie di ampliamenti infrastrutturali, tra quelli richiesti dai Comuni. I tempi della burocrazia, però, si stanno rivelando molto lunghi.

Articolo completo su "la Fedeltà" di mercoledì 23 dicembre