Negli ultimi tre giorni 20 cm di neve in pianura e punte di 90 cm sulle Alpi

Oltre mezzo metro su Alpi Marittime e Liguri

Fossano, Nevicata 02genn2021

Sui settori alpini del Piemonte nelle ultime 72 ore sono caduti a 2.000m di quota circa 40-55cm sulle Alpi Lepontine, 50-80cm con punte di 90cm su Alpi Pennine e Graie, 30-50cm con punte di 65cm sulle Alpi Cozie, 40-60 cm su Alpi Marittime e Liguri. I dati sono stati diffusi oggi, 3 gennaio, dall’Arpa Piemonte (Agenzia regionale per la protezione ambientale). La quota neve è stata relativamente bassa, dapprima fino a quote di pianura con qualche cm di neve fino a 200-300m circa per poi salire fino a 500-700m dal pomeriggio di sabato. Apporti di 10-20 cm sulle pianure del cuneese e 30-40cm sulle zone dell'Appennino oltre i 600-800m. Anche nel Fossanese la nevicata è stata abbondante durante la giornata di sabato 2 gennaio, ma nel tardo pomeriggio la precipitazione si è trasformata in pioggia che è continuata a cadere incessante fino a domenica mattina.

Dal sito dell'Arpa regionale

Le abbondanti nevicate di questi giorni hanno determinato uno spessore di neve al suolo generalmente superiore ai valori medi del periodo nella maggior parte dei settori. “In tutti i settori alpini si registrano numerose valanghe spontanee di medie e grandi dimensioni, dunque – avverte l’Arpa - le escursioni in ambiente innevato sono fortemente limitate ed è richiesta una grande capacità di valutazione del pericolo valanghe per la diffusa presenza di nuovi lastroni soffici anche di spessore considerevole già nelle zone in prossimità del limite del bosco e nelle radure”.

Nei prossimi tre giorni le condizioni atmosferiche resteranno molto perturbate. Lunedì 4 sono previste piogge in pianura, martedì 5 e mercoledì 6, a causa di nuova discesa delle temperature, si attendono nuove nevicate. Un inizio di gennaio sotto il segno dell'inverno, con nevicate abbondanti, piogge e freddo, come non accadeva da anni.

Dal sito dell'Arpa regionale