Covid, all’uscita dalle feste i numeri consigliano ancora cautela

Il dato più drammatico è il numero dei deceduti, quasi 8 mila

Report COVID 19 Piemonte 4 Gennaio

I posti occupati negli ospedali e nelle terapie intensive scendono, ma troppo lentamente. E l’indice di positività sui tamponi torna pericolosamente a invertire la tendenza. Non c’è tregua nella lotta contro il virus. Neanche in Piemonte, che pure si trova (oggi) in condizioni migliori rispetto ad altre parti d’Italia. E così l’uscita dalle vacanze natalizie, nonostante l’inizio della campagna di vaccinazione (ancora limitata agli operatori sanitari), non regalerà grandi aperture.
All’ultimo aggiornamento del bollettino di lunedì 4 gennaio, i ricoveri ospedalieri in Piemonte sono 2.819 (-15,4% rispetto a due settimane fa). Quelli in terapia intensiva sono invece 183 (-19,7%). Tra il 15 e il 22 dicembre - dunque in soli sette giorni - erano calati, rispettivamente, dell’11 e del 14,3%: la frenata è evidente. Sale inoltre il rapporto percentuale tra nuovi contagi e tamponi: era del 4,4%, ora è del 6,4%, meno della metà, in ogni caso, della media nazionale. 
Il dato più drammatico è che sono diventati quasi 8 mila, nel frattempo, i deceduti in Piemonte positivi al Covid. In provincia di Cuneo si attestano a quota 912 (oltre 500 dall’inizio della seconda ondata). Dalla precedente nostra rilevazione, quella di martedì 22 dicembre, sono cresciuti di 67 unità.
Comune per Comune, il numero di attualmente positivi, secondo la mappa Covid della Regione, registra alla data del 4 gennaio 60 casi a Fossano (erano 115 prima di Natale), 33 a Centallo, 22 a Bene Vagienna, 8 a Sant’Albano e Salmour, 7 a Genola, 6 a Villafalletto e Marene, 5 a Trinità, Cervere e Tarantasca. Vottignasco è tornata Covid free. In provincia il numero più alto di casi è a Cuneo con 178. Seguono Alba con 112, Bra con 96, Savigliano con 86, Mondovì con 77, Borgo San Dalmazzo con 54, Racconigi con 49, Boves con 47, Saluzzo con 37, Cherasco con 30, Pocapaglia con 27, Busca con 26 e Dronero con 24. In Piemonte sopra quota 300 sono sempre i soliti quattro: Torino (1942), Asti (388), Novara (377) e Alessandria (347). In alcuni casi sono in discesa, in altri in risalita, dopo settimane. Non è il quadro rassicurante che avremmo desiderato all’imbocco delle festività.

Covid 13 Giorni In Piemonte