“949 giorni” – Un romanzo di Maria Paola Longo ispirato alla prigionia del papà

949 Giorni Libro Longo Maria Paola

In occasione della Giornata della memoria esce nelle librerie un interessante e avvincente romanzo di Maria Paola Longo, edito da Araba Fenice, ispirato alle vicende vissute dal padre Pino durante la Seconda Guerra Mondiale. Pino Longo, vent’anni appena compiuti, in seguito alla disfatta dell’8 settembre 1943 fu fatto prigioniero dai tedeschi e inviato a costruire bunker sulle coste della Bretagna, in Francia. Maria Paola (nella foto) si è calata nella situazione del papà, ricostruendo le sue giornate e quelle dei suoi compagni di prigionia. L’immedesimazione del lettore è immediata.

Longo Maria Paola

Si condivide con Giuseppe il sentimento di abbandono che lo attanaglia, senza notizie dei famigliari; la sua paura di morire “aggrappato al pendolo degli opposti umori”, l'angoscia delle delle notti trascorse in cella di punizione, il senso di abulia che lo assale quando vede allontanarsi l'agognato rientro in Italia. Maria Paola, con questo romanzo, ci racconta non solo i “949 giorni” di prigionia del papà, ma ci consegna una pagina importante di Storia e nel contempo fa raccontare al papà curiose vicende della sua vita che ben rappresentano il modo di vivere e la cultura dell'epoca.

Su La Fedeltà di mercoledì 20 gennaio la recensione completa del romanzo e l'intervista all'autrice Maria Paola Longo