Cinema e tv da casa – 08 tris

Nemico pubblico

In questi mesi, seppur con il contagocce, qualche nuova produzione qua e là ha fatto capolino per essere distribuita dalle piattaforme che ormai dominano il mercato (Netflix, Prime Video, Disney+, ecc), rompendo la quarantena che il cinema sta vivendo da circa un anno. Come, o forse più di altri settori produttivi, il cinema e il teatro stanno attraversando un momento difficilissimo, un blocco produttivo-distributivo così forte che rischia di mettere in discussione l’esistenza stessa del settore, staremo (letteralmente) a vedere. Noi, puntualmente abbiamo cercato di dare conto del poco che veniva distribuito, “Una notte a Miami” su Prime , “Soul” su Disney+, “Notizie dal mondo” su Netflix per citare le ultime uscite, non è molto ma abbiamo cercato di svolgere con coerenza il nostro compito di critica e riflessione cinematografica. Certo, l’auspicio e la speranza di tutti noi è che le sale cinematografiche riaprano al più presto in sicurezza, perché è in sala che il cinema trova la sua più completa esplicazione (penso che tutti non possano che convenire che un film girato in 70 millimetri sia infinitamente più apprezzabile su uno schermo 6 metri per 3 che sul display di un cellulare…); tuttavia sappiamo anche che le piattaforme hanno definitivamente rimodulato il nostro modo di fruire cinema, consentendoci di vedere e rivedere (soprattutto alle nuove generazioni) altre cinematografie, sia in senso geografico che cronologico. Ed è per questa ragione che attraverso questa minuscola rubrica ci siamo apprestati a delle segnalazioni “di qualità” di cinema del passato o di altri continenti. Nel numero del 10 febbraio scorso abbiamo suggerito la visione di due capolavori del noir Anni ’40 che fecero di Bogart un mito, “Il mistero del falco” e “Il grande sonno”, quest’oggi secondo un criterio di alternanza suggeriamo due thriller/spy-stories relativamente più recenti, entrambe dirette da Tony Scott.

La prima pellicola è “Nemico pubblico” (1998, disponibile in streaming su TimVision, Chili, Rakuten tv, Itunes) un thriller ad alta tensione con un cast di grande qualità, (da Gene Hackman a John Voight, da Will Smith a Regina King, futura regista di “One night a Miami”) che partendo dall’omicidio di un politico ci offre l’occasione per riflettere sul tema della privacy e dell’invadenza del potere nelle nostre vite private.

Spy Game
La seconda segnalazione è per “Spy game” (2001, disponibile in streaming su Infinity, Chili, Rakuten tv,) un ottimo film di spionaggio giocato interamente sulla coppia Robert Redford e Brad Pitt che recitano a specchio, entrambi agenti Cia e attraverso i cui occhi attraversiamo trent’anni di storia americana, dal Vietnam al Libano. Adrenalinici e avvincenti, due film da (ri)vedere. Buona visione.