La truffa dei vaccini “porta a porta”

Servizio di Mattino 5 a Trinità e Sant’Albano

L’allarme delle truffe per vaccini parte da Trinità e Sant’Albano. La notizia è andata in onda mercoledì su Mattino 5, trasmissione tv di Canale 5.
L’inviato Daniele Miceli in diretta con lo studio da Trinità e Sant’Albano ha denunciato la truffa che si sta consumando a danno degli anziani.
Il caso è “scoppiato” a Trinità dove un’anziana signora ha ricevuto una telefonata da una persona che si è spacciata per il figlio del titolare di un noto negozio del paese: “Loro pensavano dicessi: sì ho il computer e non lo so usare (per entrare dentro casa) oppure ci vediamo di fronte al negozio per pagare la fattura (per avere il vaccino)” spiega la signora presa di mira dai truffatori che ha immediatamente denunciato il fatto ai Carabinieri.
Indignata il sindaco Ernesta Zucco di Trinità intervistata dall’inviato: “Sono furiosa perché non si gioca sulla salute della gente. Per fortuna i miei anziani e i loro figli sono informati da un messaggio vocale che ho inviato a tutti i cittadini sulle modalità per farsi vaccinare. Tutti sanno che bisogna rivolgersi solo al medico di base. A Trinità abbiamo i volontari della Protezione civile e di Trinità solidale che inoltre li accompagnano all’Asl per la vaccinazione”.
L’allarme è scattato anche a Sant’Albano dove molti più anziani sono stati contattati telefonicamente. Anche in questo caso il sindaco aveva già emanato un avviso, riportato anche dal nostro settimanale, per mettere in guardia le persone dalle truffe sui vaccini. Il sindaco Giorgio Bozzano intervistato da Canale 5 dice: “Abbiamo fatto partire un messaggio vocale a tutta la popolazione per avvisarli sul fatto che per il vaccino non si chiama a casa”.