Centallo, un “telefono amico” per aiutare chi è solo

Nuovo servizio con i giovani della Croce rossa

Centallo Croce rossa Telefono amico

Un “telefono amico” per le persone sole o emarginate che vivono a Centallo, che hanno bisogno di compagnia, di qualcuno con cui parlare, confidarsi, raccontarsi. È il nuovo servizio fornito dai giovani della Croce rossa di Centallo. Lo hanno attivato mercoledì 17 febbraio con i primi contatti raccolti sul territorio. “L’idea - spiega Lorenza Avalle, consigliere giovane del nuovo direttivo - è maturata a novembre, nel pieno della seconda ondata di contagi, quando stavamo per tornare in «zona rossa». Abbiamo pensato che diverse persone, anche sul nostro territorio, stavano vivendo una condizione di isolamento, fossero o meno in quarantena. E ci siamo chiesti come rispondere a questa esigenza”.

Dieci volontarie, tutte donne, saranno la voce del “telefono amico”. Contatteranno le persone, con cadenza settimanale, dalla sede della Croce rossa, negli orari concordati con ciascuno di loro. Ogni utente verrà seguito da non più di due operatrici, che si alterneranno nel servizio, per favorire la costruzione di un rapporto di fiducia. “È la prima iniziativa del nuovo gruppo giovani, formato da ragazzi e ragazze di età non superiore ai 32 anni - prosegue Lorenza Avalle -. Prima di partire abbiamo seguito anche un corso di formazione con la psicologa che opera con i volontari della Croce rossa, con la quale faremo il punto ogni due mesi per confrontarci sulle problematiche riscontrate. L’idea è quella di dare vita a un servizio che possa durare, e servire, anche oltre il tempo della pandemia”.

Per essere inseriti nell’elenco delle persone da contattare occorre chiamare in sede allo 0171.211916 dal lunedì al venerdì dalle 20 alle 24 oppure scrivere a centallo.giovani@piemonte.cri.it per lasciare il proprio contatto ed essere richiamati in un secondo momento.

Articolo completo su "la Fedeltà" di mercoledì 24 febbraio