A Fossano un flash mob per dire no alla didattica a distanza

Appuntamento sabato 13 marzo, alle ore 15.30, in piazzetta Manfredi. A promuoverlo un gruppo spontaneo di genitori

Uno dei tanti cartelli apparsi davanti alle scuole per protestare contro la dad
Sabato 13 marzo, alle ore 15.30, in piazzetta Manfredi a Fossano, si terrà un flash mob per dire no alla didattica a distanza.
Il gruppo di genitori che lo organizza desidera esprimere nello stesso tempo "la preoccupazione e il dispiacere legato alla chiusura delle scuole. L'evento che, ovviamente, si svolgerà nel rispetto delle distanze antiassembramento - scrive Romina Richard, portavoce del gruppo -, è stato organizzato in modo spontaneo da un gruppo di genitori che hanno a cuore, oltre che la salute fisica dei propri figli (che però ritengono sufficientemente garantita dai rigidi protocolli anticovid applicati a scuola), anche la loro serenità mentale e psichica che continua ad essere ignorata. Non paiono infatti essere presi in considerazione i gravi ed enormi rischi depressivi e di ritiro sociale legati all'isolamento prolungato al quale essi continuamente vengono esposti. La didattica a distanza è un'utile risposta in momenti di emergenza ma in nessun modo può ritenersi adeguata, valida e sufficiente per periodi così lunghi".