“Vaccine days” a Fossano per 1.200 volontari della Protezione civile

Il 27-28 marzo. Poi la sede di via Mondovì sarà a disposizione delle vaccinazioni di massa. Per il futuro si pensa anche al Palazzetto

Protezione civile sede vaccinale

La sede regionale di via Mondovì (ex Fiat Carma) si appresta ad ospitare i “Vaccine days” per i volontari della Protezione civile. Si terranno sabato 27 e domenica 28 marzo, giorni durante i quali verrà inoculato il vaccino AstraZeneca a circa 800 volontari. Altri 400 verranno vaccinati in una delle giornate successive, per un totale di 1.200 volontari sui 3 mila operanti in provincia. Gli ultimi dettagli sono stati limati nella riunione di martedì mattina in Municipio tra il direttore generale dell’Asl Cn1 Salvatore Brugaletta, il commissario Covid Giuseppe Guerra e, collegato in remoto, il commissario regionale Vincenzo Coccolo. Quattro le linee vaccinali, alle quali si alterneranno i medici per quattro turni, due al sabato e due alla domenica, da sei ore ciascuno. Una volta completata la vaccinazione del personale della Protezione civile, la sede - come ricorda il sindaco Dario Tallone - resterà a disposizione dei medici di famiglia (e di altri eventuali vaccinatori) per le successive fasi della campagna, a partire dalla fascia di età 70-79 anni e dagli “estremamente vulnerabili” con i loro “caregiver”. In parallelo, sottolinea Tallone, continuerà a funzionare il servizio di vaccinazione al Poliambulatorio. Quest'ultima sede, tuttavia, potrebbe anche cambiare. “Abbiamo messo a disposizione il Palazzetto dello sport - conclude -. L’Asl valuterà se lo ritiene necessario”.

Su "la Fedeltà" di mercoledì 24 marzo