Vaccinazioni: l’Asl Cn1 supera quota 100 mila

Concluse le vaccinazioni degli over 80. Resta da vaccinare il 34,4% degli ultra 80enni che non possono muoversi da casa

Vaccino Covid
Fotografia Loris Salussolia

L’Asl Cn1 ha raggiunto venerdi 16 aprile le 102 mila somministrazioni di vaccino anti covid-19 (oltre un terzo delle dosi è andato a chi ha più di 80 anni), con quasi 32 mila seconde dosi. Un primo importante risultato su una popolazione di 414 mila abitanti (poco più di 350 mila se si esclude la fascia 0-16 anni).
Come da programma regionale sono state concluse le operazioni di vaccinazione degli over 80 entro la deadline del 15 aprile. Da questo conteggio sono esclusi gli ultra 80enni allettati, che vengono vaccinati a domicilio dalle Usca e per i quali si è raggiunta la percentuale del 65,6% (2.160 su 3.291 anziani da vaccinare). È l'ostacolo più difficile da affrontare, dal momento che richiede un impegno notevole in termini di risorse e di tempo impiegato rispetto all’attività nei centri vaccinali, "ma - dicono dall'Asl - l’attività prosegue con il ritmo giusto".
Oltre 38 mila dosi sono andate, invece, al personale sanitario e socio-sanitario, di ospedali e strutture; 8500 dosi alla fascia 70-79enni e quasi 7.000 ai docenti e altri operatori scolastici. E poi volontari, Protezione civile, Forze dell’Ordine.
La campagna prosegue con i soggetti estremamente vulnerabili (già vaccinati oltre 3.000) e la categoria degli ultra 70enni.
Dichiara il commissario straordinario per il Covid 19 nell’Asl CN1, Giuseppe Guerra: “Ringrazio di cuore tutto il personale, i medici di medicina generale e il volontariato per il contributo offerto quotidianamente nell’attività vaccinale; impegno che ci ha consentito oggi di raggiungere questo primo importante traguardo”.

Nella tabella i numeri dell'Asl Cn1 aggiornati a venerdì 16 aprile.

DATI VACCINATI COVID AL 16 APRILE