Dad, Fondazione Crf aiuta il Comprensivo Augusta Bagiennorum

Sono stati donati pc, router e schede sim, che vengono impiegati nelle scuole di Salmour, Sant’Albano Stura e Trinità: il grazie della dirigente Lorella Sartirano

Un alunno di scuola primaria in Dad
Foto di repertorio

La Fondazione Cassa di risparmio di Fossano ha aiutato l’Istituto comprensivo Augusta Bagiennorum di Bene Vagienna ad erogare la “Didattica a distanza”, durante l’ultimo “blocco” delle lezioni in presenza - nelle scorse settimane - deciso per il contrasto alla pandemia di coronavirus. Ha infatti messo a disposizione fondi che hanno permesso l’acquisto dei supporti informatici necessari.

Lo fa sapere, in una nota, lo stesso Istituto comprensivo, a cui fanno capo scuole dell’infanzia, primaria e media di Bene Vagienna, Salmour, Sant’Albano Stura e Trinità. “Come in tutte le istituzioni scolastiche – si legge –, anche l’Istituto comprensivo di Bene Vagienna ha rese operative da subito le disposizioni normative del Governo, anche grazie al prezioso contributo della Fondazione Crf di Fossano”.

Spiega, più nel dettaglio, la dirigente scolastica Lorella Sartirano: “Insieme allo staff di presidenza, è stato attivato da subito il Piano scolastico della Didattica a distanza; intanto abbiamo accolto per le lezioni in presenza gli alunni diversamente abili e quelli con bisogni educativi speciali, per i quali i docenti hanno personalizzato l’orario scolastico. Il nostro obiettivo è stato quello di favorire il processo di inclusione di questi allievi che, insieme ai docenti, si collegavano da scuola in videoconferenza con gli studenti che seguivano da casa le lezioni. Obiettivo pienamente raggiunto anche grazie al generoso contributo di euro 5.700 donato all’Istituto comprensivo dalla Fondazione Crf di Fossano, con il quale sono stati acquistati per la Didattica a distanza dei pc, dei router e delle schede Sim per potenziare la connettività nelle scuole di Salmour, Sant’Albano Stura e Trinità. Una parte del contributo sarà poi finalizzata all’acquisto di una stampante e di libri per i bambini della scuola dell’infanzia”.