Più di 30 veicoli al giorno “pizzicati” dall’autovelox fisso sulla Cuneo-Centallo

Illustrati in Consiglio comunale i primi dati della postazione fissa

Centallo autovelox fisso

Arrivano i primi dati delle trasgressioni al limite di 70 all’ora registrate dall’autovelox fisso lungo la strada provinciale Cuneo-Centallo, che è stato installato dal 1° marzo dal Comune in una sola direzione di marcia (verso Centallo). Si tratta - come ha riferito il sindaco Giuseppe Chiavassa in Consiglio comunale - di 30-35 violazioni al giorno. Nello specifico, il 60% è entro i 10 km al di sopra del limite di velocità, il 38% tra i 10 e i 40 km, lo 0,017 oltre i 40 e lo 0,002 oltre i 60, con sanzioni che variano da un minimo di 29,40 euro a un massimo di 1.146 euro. I picchi di velocità riscontrati sono stati, finora, quelli di 20 casi oltre i 116 all’ora e di 3 oltre i 140. I dati del primo bimestre sono quasi il doppio di quelli previsti a bilancio (circa 16 violazioni al giorno) che comportavano una previsione di incasso per questo primo anno di 269 mila euro. È verosimile, tuttavia, che il numero tenda a diminuire con il passare dei mesi per l’effetto deterrente delle sanzioni.

Articolo completo su "la Fedeltà" di mercoledì 5 maggio