Recovery Plan, Fossano ci prova

Sono 34 le proposte fossanesi arrivate a Roma per un valore di 74 milioni di euro. La voce più consistente è per una nuova strada tra via Torino e via Villafalletto: servono 30 milioni di euro

Recovery plan

Ammontano a 74 milioni 575 mila euro le proposte che il Comune di Fossano ha avanzato per attingere ai fondi del Next Generation Ue attraverso il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Di questi milioni, quasi la metà (30 su 74) sono concentrati in una singola voce di spesa: la bretella di collegamento tra via Torino e via Villafalletto. È il “colpo grosso” che l’Amministrazione Tallone tenta in vista del possibile insediamento di un nuovo polo logistico nell’area (l’operazione Caredio Group), individuando una soluzione alternativa allo svincolo della tangenziale mai realizzato in via Torino per bypassare via Circonvallazione. Questa come le altre 33 voci del dossier fossanese, oggi sul tavolo del premier Draghi e del ministero dell’Economia, sono state elencate dal sindaco Dario Tallone nel Consiglio comunale di venerdì 30 aprile.

“È stato uno sforzo enorme di tutta la Giunta, che ringrazio - ha commentato Tallone -. Abbiamo presentato il documento alla Regione il 16 aprile. Mercoledì scorso ci hanno detto che era stato trasmesso tutto al Ministero. Ed è stata la soddisfazione più grande. Ora siamo in attesa di risposte. Speriamo che qualcuno di questi interventi possa essere finanziato”.

Complessivamente, il “pacchetto” regionale è composto da 2.968 titoli per 34,5 miliardi di euro. Un lungo elenco che non ha mancato di sollevare le perplessità delle minoranze a Palazzo Lascaris, che ne hanno contestato la “scelta di non di non scegliere”. Fossano è il più presente tra i Comuni della Granda.

Qui l'elenco di tutti i progetti presentati, a Fossano e non solo: AAA Piemonte NGP Dossier09 3 5 2021

Articolo completo su "la Fedeltà" di mercoledì 5 maggio