A Fossano il primo tavolo di confronto delle Consulte Giovani

Si è tenuto venerdì 7 maggio. Presenti Cuneo, Savigliano, Bra e Mondovì

Consulta Giovani 7 sorelle

Sono cinque le Consulte Giovani presenti nelle sette città “sorelle” della provincia Granda: Fossano, Cuneo, Savigliano, Bra e Mondovì. Tutte quante si sono ritrovate venerdì sera, 7 maggio, al Castello per iniziativa della Consulta fossanese, per confrontarsi e valutare l’ipotesi di iniziative comuni. “Sono davvero soddisfatto, l’incontro è andato ben oltre le mie aspettative - ha commentato il presidente della Consulta Giovani di Fossano Marco Primatesta -. Mi ha fatto molto piacere riscontrare, con gli altri componenti, la volontà di proseguire questi incontri con periodicità. Spero davvero che questo primo incontro possa lasciare poi un’eredità alle generazioni che verranno e chissà, magari incentivare città importanti della provincia che non hanno la Consulta Giovani ad instaurarla, proprio in quest’ottica provinciale. Tengo a ringraziare tutti i partecipanti e l’assessore Ivana Tolardo per il sostegno”. “È trascorso meno di un anno dall’insediamento della Consulta Giovani Fossano - ha concluso l’assessore alle Politiche giovanili -. Nonostante il periodo emergenziale la Consulta ha dimostrato forza, determinazione, coraggio e tutto l’entusiasmo delle nuove generazioni, realizzando importanti e lodevoli iniziative a favore dei fossanesi, riscuotendo per ognuna un successo inaspettato, ma allo stesso tempo meritato. Quando il loro presidente, Marco Primatesta, mi ha rappresentato la volontà di coinvolgere tutte le Consulte Giovani presenti delle sette sorelle, ho subito accolto con entusiasmo questo progetto, appoggiandolo nell’organizzazione. La collaborazione e la sinergia, nonché il confronto tra le diverse realtà locali, non potranno che portare alla realizzazione di progetti utili per tutti il mondo giovanile cuneese”.