Centallo, cambierà volto l’angolo tra largo Vico e via Ospedale

Prevista la demolizione e ricostruzione dei due edifici già di proprietà della famiglia Govone-Carpano, con la realizzazione di un portico ad uso pubblico

Centallo piano di recupero

Un altro angolo del centro storico di Centallo si prepara a cambiare aspetto. Accadrà al complesso residenziale di largo Vico-angolo via Ospedale composto da due fabbricati distinti che un tempo appartenevano alla famiglia Govone-Carpano. Con delibera del 10 maggio la Giunta ha adottato il Piano di recupero presentato dai progettisti, ora pubblicato all’albo pretorio online del Comune di Centallo dove resterà per 30 giorni per presa visione da parte dei cittadini. Seguiranno altri 30 giorni per le osservazioni, al termine delle quali toccherà ancora alla Giunta apportare modifiche e/o arrivare all’approvazione definitiva. I passaggi successivi saranno la firma della convenzione e il rilascio del titolo abilitativo, dopodiché potranno partire i lavori che, senza intoppi, hanno buone possibilità di cominciare entro la fine dell’estate.

L’edificio che si affaccia su largo Vico risale alla prima metà degli Anni ‘50, quello su via Ospedale è antecedente al ‘900. Entrambi verranno demoliti e ricostruiti senza aumentare la volumetria complessiva. In relazione al primo edificio, verranno mantenuti anche gli spazi destinati ad attività commerciali. Inoltre, sul tetto del ristorante-pizzeria (trasferita temporaneamente a Villa Bonifanti) sorgerà un dehor al posto dell’attuale soletta in cemento armato. Un altro significativo elemento di novità estetico e funzionale sarà fornito dalla realizzazione di portici privati ad uso pubblico, che correranno sia su largo Vico, verso il palazzo municipale, sia su via Ospedale. Cambierà anche la vista su via Ospedale, con l’abbattimento delle attuali autorimesse (che verranno recuperate in un piano interrato) e la parziale rimozione del muretto laterale, che permetterà di aprire lo sguardo all’interno del cortile, in parte destinato a parcheggi privati e in parte a verde e gioco bimbi.

Il sindaco Giuseppe Chiavassa esprime soddisfazione per l’accoglimento da parte dei proponenti della “richiesta dell’Amministrazione comunale di realizzare il porticato”. “Questo Piano di recupero - conclude - sarà una bella occasione per recuperare una parte degradata del paese e offrire nuove possibilità abitative e commerciali”.